GARD Italia

ASCI ONLUS fa ora parte della GARD Italia

Da quest’anno ACSI ONLUS è entrata a far parte dell’alleanza della GARD (Global Alliance for Respiratory Disesases). A novembre 2015 ha fatto istanza di iscrizione per entrare a far parte della compagine italiana di questa alleanza mondiale per le malattie respiratorie. L’istanza, presa in carico dall’assemblea generale del GARD ITALIA è stata dunque accettata. Il 15 dicembre, una referente di ACSI per il Lazio, è stata presente a Roma, presso il Ministero della Salute, per presenziare all’assemblea 2016 in rappresentanza della nostra associazione.

Cos’è la GARD. La 53° Assemblea Mondiale della Sanità, riconoscendo il notevole peso sociale e sanitario delle patologie respiratorie, ha ritenuto utile dare priorità alla prevenzione ed al controllo di queste malattie. E’ stata pertanto realizzata un’Alleanza tra i Paesi industrializzati con l’obiettivo di migliorare la gestione del trattamento e del monitoraggio di tali patologie. Nel 2006 si è perciò costituita la Global Alliance for Respiratory Disesases (GARD). Si tratta di una iniziativa di 41 organizzazioni nazionali e internazionali che, sotto l’egida e la guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) hanno deciso di integrare gli sforzi per migliorare la sorveglianza epidemiologica, la diagnosi e il trattamento delle malattie respiratorie croniche, allo scopo di ridurre i gravi problemi di salute che queste determinano nei diversi paesi del mondo, siano essi avanzati o in via di sviluppo. Per il raggiungimento di tali obiettivi la GARD invita i vari Paesi dell’Alleanza a realizzare delle alleanze in ambito locale finalizzate alla realizzazione in ambito nazionale di una strategia di prevenzione e controllo delle malattie respiratorie croniche.

L’Italia ha raccolto l’invito ed ha costituito GARD-Italia e si è costituita nel giugno del 2009. Così come indicato dall’organo internazionale, anche in Italia l’alleanza ha come obiettivo generale di salute la riduzione di incidenza, morbosità e mortalità delle malattie respiratorie nel lungo periodo attraverso un approccio integrato. Il documento di strategia, che riporta la mission e gli intenti di Gard-I, è stato elaborato dal Ministero della Salute in collaborazione con le società scientifiche e le associazioni di pazienti, operanti in ambito pneumologico. Il documento esamina la situazione epidemiologica del Paese, evidenzia le criticità presenti e individua i principali punti da sviluppare.

Alcuni degli obiettivi specifici sono poi rappresentati dalla costruzione di alleanze, dalla creazione di un data base per le malattie respiratorie, dall’implementazione di politiche per la promozione della salute e prevenzione delle malattie respiratorie (intervento sulla popolazione), di strategie per management delle malattie respiratorie croniche (intervento individuale) e infine di politiche di intersettorialità. In Italia la GARD individua e discute le azioni da intraprendere e le strategie per metterle in atto, sempre in riferimento agli indirizzi definiti dal Piano Sanitario Nazionale, dal Piano Nazionale della Prevenzione o da ogni altro atto di programmazione sanitaria.

Insomma, Gard-I rappresenta un’occasione concreta per sviluppare una strategia globale di prevenzione e assistenza delle malattie respiratorie adattata al contesto italiano, obiettivi che potranno essere raggiunti solo se si eviteranno frammentarietà e mancanza di coordinamento. L’alleanza raccoglie da anni la sfida per una strategia globale e condivisa di prevenzione e assistenza delle malattie respiratorie. E ACSI raccoglie la sfida dei cittadini colpiti da Sarcoidosi!

Cerca