Nessuna assistenza. Né sociale, né sanitaria. Nessun riconoscimento dello stato di malattia. Nessuna protezione sul posto di lavoro.

Questo è quanto toccava e tocca ancora oggi al cittadino italiano colpito da Sarcoidosi. Un’associazione non nasce mai per caso: dietro ci sono speranze deluse, promesse disattese, diritti ignorati. Se pochissimi medici si dimostrano in grado di affrontare con giusto modo la malattia, se la ricerca – con le dovute, rare eccezioni – non si sviluppa e non trova prospettive, se ogni persona che viene colpita si sente UNICA E SOLA, e in quello stato viene lasciata, si realizza una grave, reiterata e diffusa situazione di palese ingiustizia.

In questo esatto contesto, comincia la storia di ACSI ONLUS: dal fervore e dalla tenacia di alcune persone che non hanno trovato le giuste risposte e hanno deciso di provare a costruire una nuova alternativa valida e credibile.

Cerca