skip to Main Content
Sarcoidosi E Covid-19: Come Comportarsi (aggiornato All’18.05.2020)

Sarcoidosi e Covid-19: come comportarsi (aggiornato all’18.05.2020)

anteprima lettera ministeroAGGIORNAMENTO 11.04: Pubblichiamo in data 11.04 la lettera in risposta al quesito sulla certificazione che ci giunge dall’Ufficio 5 – Prevenzione delle Malattie Trasmissibili e Profilassi Internazionale Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria Ministero della Salute. LEGGI TESTO DELLA LETTERA

AGGIORNAMENTO 15.04: In risposta ad una nostra sollecitazione abbiamo ricevuto anche la lettera dell’Ordine dei medici di Bologna.

AGGIORNAMENTO 28.04: DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 26 aprile 2020  conferma le disposizioni dei decreti precedenti sul distanziamento delle persone ‘a rischio’  (art. 3 lettera b) e ne proroga la validità al 17.05 (art. 10).

AGGIORNAMENTO 18.05: DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 18 maggio 2020  conferma le disposizioni dei decreti precedenti sul distanziamento delle persone ‘a rischio’  (art. 3 lettera b) e ne proroga la validità al 14.06 (art. 11).

L’associazione ACSI – Amici Contro la Sarcoidosi Italia ONLUS ha chiesto indicazioni a medici specialisti su cosa devono fare i propri assistiti. Alla luce delle indicazioni dei medici ha fatto seguito un’istanza precisa presso il Ministero della Salute, in merito alle misure precauzionali specifiche per la patologia e, conseguentemente, all’ambito lavorativo.

Detto questo, cosa fare?

  • Se si è in presenza di malattia attiva,
  • Se si è affetti a più organi o tessuti,
  • Se si è sottoposti a trattamento farmacologico,
  • Se si accusano problemi respiratori gravi,

è possibile richiedere al proprio medico specialista in sarcoidosi il rilascio di una specifica certificazione (vedi FACSIMILE_CERTIFICAZIONE).

Con questa certificazione ci si deve recare dal proprio medico di medicina generale, il quale a sua volta produrrà un certificato di malattia per il datore di lavoro apponendo il codice identificativo V07 (persone con necessità di isolamento, altri rischi potenziali di malattie e misure profilattiche), nonché precisando la patologia specifica (nel nostro caso Sarcoidosi) e/o la causa dell’immunodepressione.

In caso di SOSPETTO di Coronavirus, invece, rimane il codice V29.0 in caso di QUARANTENA, ISOLAMENTO FIDUCIARIO, FEBBRE.

E’ possibile approfondire, consultando il sito del Giornale italiano di Medicina Previdenziale e Assistenziale del 18.03  e nelle integrazioni dell’articolo del 27.03.   Vedi anche il sito dell’INPS MODENA

ACSI resta in costante contatto con le istituzioni preposte a cui a chiesto di pronunciarsi in modo inequivocabile.

Back To Top
×Close search
Cerca